Considerazioni mentali sul nostro nuovo singolo
by on marzo 15, 2015 10:14 PM in News

aot-paolo-mulasEntrare in studio di registrazione è sempre una grande emozione, tornarci per la prima volta dopo un anno non ne parliamo.
Che si tratti di nuove collaborazioni o di consolidarne di vecchie e rodate, non è mai sicuro il risultato finale. Certo, ti fai delle idee di cosa vorresti ottenere, ma vengono sempre arricchite e migliorate dalle esperienze delle persone che lavorano con te.

L’ultimo risultato del tuo lavoro ti sorprende sempre per la sua mutevolezza, ti piaccia o meno sarà sempre influenzato da chi gravita attorno.
Se ci pensi bene è così dall’inizio, il tuo prodotto è contaminato da chi suona con te, dagli stimoli esterni, dalle tue emozioni, dai tuoi ascolti.
Lo stesso modo in cui lo senti ora non rimarrà immutato, ma magari fra un anno riascoltandolo non ti piacerà più, o ti sorprenderà di nuovo.

Ma ti fai coinvolgere dall’entusiasmo e dalle aspettative, risentendo ad ogni ascolto quei piccoli frammenti che ora lo formano nella sua completezza.

In momenti importanti come questi pensi: “Cazzo! Stiamo registrando per sempre (si fa per dire, dipende dal supporto) la nostra musica e il nostro messaggio su un disco, è qualcosa che ci accompagnerà sempre nel bene e nel male”

Inevitabilmente per me arriva sempre un po’ d’ansia, tensione e paura di sbagliare.
Noi in particolare non siamo soli in questo lavoro e ci riteniamo molto fortunati, lavoriamo con un team di persone competenti che oltre a venirci incontro in ogni modo possibile, dispensando consigli e ci assecondandoci (quando possibile XD), dimostrano di credere nelle nostre capacità spronandoci a dare sempre il meglio.

Lavorare su questo singolo, un solo brano che useremo come preview del nostro prossimo disco (attualmente in fase di scrittura) è una bellissima esperienza.
Ci stiamo, come sempre, mettendo anima e corpo per riuscire a tradurre in musica quello che abbiamo in testa (lo so che potrebbe essere una pessima idea XD).

Quando ti trovi nella nostra situazione, la mentalità gioca un ruolo fondamentale tanto quanto l’idea musicale vera e propria. Le soluzioni tecniche e l’espressione artistica devono convivere con problemi pratici come il poco tempo a disposizione o la giornata no del cantante. Ma andiamo avanti e teniamo duro per spaccarci tutto!

Stay tuned!

Lascia un commento

© 2014 Acts of Tragedy. All rights reseived. Powered by Viral Music
UA-57582684-1